Giovanili
domenica 11 giugno 2017
PALLAMANO
Pressano, ecco il 6º Scudetto! L'Under18 è Campione d'Italia

La generazione dei fenomeni colpisce ancora. Nel teatro mozzafiato della Kioene Arena di Padova, la Pallamano Pressano CR Lavis si cuce il sesto scudetto giovanile della propria storia sul petto: i gialloneri hanno infatti trionfato nella finalissima scudetto Under18, centrando così l'ennesimo titolo italiano giovanile degli ultimi 3 anni solari. Un risultato che rende ancor più incredibile la serie di strapotere della corazzata trentina a livello italiano: dopo il secondo posto conquistato in Under20 una settimana fa, finalmente è arrivato il tricolore che chiude nel migliore dei modi una stagione ancora una volta esaltante per i colori gialloneri. Uno scudetto dal sapore ancor più dolce, conquistato contro i cugini del Merano in una finale dominata per sessanta minuti che conferma la superiorità giallonera nella categoria. Un capolavoro tecnico e tattico da parte di Pressano che non partiva coi grandi favori del pronostico prima del match: di fronte un Merano con una partita in meno nelle gambe ed un cammino agevole fino alla finale non lasciava dubbi sulle difficoltà dell'incontro. Desiderosi di rivincita dopo la lunga serie di sconfitte negli ultimi anni, i meranesi non sono comunque mai stati in grado di comandare la partita: solo nei primi 10' l'incontro si è rivelato combattuto, con Pressano ottimo in fase offensiva e trascinato da Simone Mengon ma meno attento in difesa. Il punteggio basso non permette così ai gialloneri di allungare ma Merano si affida alle soluzioni individuali di Prantner e Prezzi per restare in scia: il sentore è comunque di un Pressano superiore, solidissimo in difesa e propositivo in attacco. Tant'è che nel finale della prima frazione i gialloneri allungano di rabbia, spingendo in velocità e trovando il 15-10 dei primi 30'. Partita indirizzata ma tutt'altro che chiusa: le passate esperienze costringono Pressano alla massima concentrazione e con grande esperienza i gialloneri ammazzano il match nei primi 10' della ripresa: nonostante la doppia marcatura a uomo sui gemelli Mengon, i gialloneri dimostrano di avere grande gioco e molte idee: quando il tabellone segna 25-15 per i trentini la gara è pressoché conclusa. Senza mollare comunque la truppa di Fadanelli e Chistè continua a difendere con un'intensità incredibile, subisce pochissimo, induce continuamente Merano all'errore ed in attacco con la dovuta calma punisce quando necessario, mantenendo il vantaggio senza ma scendere sotto le 8 reti di gap fino al sessantesimo, quando il tabellone della Kioene Arena sancisce il 34-23 finale. Un tripudio per la piccola frazione trentina che resta saldamente fra le grandissime a livello nazionale: gloria per i gialloneri al momento della consegna dello scudetto e grandi soddisfazioni per i premi individuali, a pioggia sulla società giallonera. Marco Mengon è infatti MVP del torneo e miglior marcatore, Simone Mengon miglior centrale ed il giovane Nicola Fadanelli classe 2002 miglior ala sinistra. Le parole spese per un gruppo splendido e vincente come mai nessuno in Italia non saranno mai sufficienti per raccontare la lunga serie di imprese che i giovani di Pressano hanno regalato alla società ed alla pallamano italiana in generale.

Finale 1°/2° posto?h 13:30 | Pressano – Meran 34-23 (p.t. 15-10)
Pressano: Di Muccio, Bouriba, Campestrini 9, Mengon M. 5, Mengon S. 11, Carbonari 1, Fadanelli 4, Pavlovic, Pisetta 3, Pisoni 1, Sontacchi, Vaccaro. All: Alain Fadanelli?
Meran: Innerhofer, Busetti, Freund 2, Glisic 2, Marihofer 3, Markart, Nagele, Pineider 1, Prantner M. 6, Prezzi 6, Wallnhofer, Eschfaller, Prantner L. 2, Glisic 1. All: Gunter Maurburger?
Arbitri: Rosca – Merisi

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,449 sec.

Inserire almeno 4 caratteri

Foto di Matteo Bettega